Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Packaging design

La confezione di un prodotto è un potente canale di comunicazione.
Il materiale, la forma, il colore, i caratteri utilizzati fanno della scatola, della bottiglia, della lattina non solo un involucro, ma la presentazione del contenuto, un vero e proprio biglietto da visita, la testimonianza di una creatività che dà valore al prodotto.

Un imballaggio nasce dal bisogno di proteggere il contenuto da eventuali danni e di invogliare il consumatore all’acquisto.
Il packaging svolge la funzione fondamentale di distinguersi dai suoi concorrenti, di attirare l’attenzione e di trasmettere, in tempi molto brevi, i messaggi che definiscono e valorizzano la marca.
Attraverso l’uso di immagini, testi ed altri elementi comunicativi, la confezione di un prodotto ne svela caratteristiche e vantaggi a potenziali acquirenti, al fine di fissare nella mente di consumatori i tratti distintivi del brand e di presentare in modo attraente sia il prodotto sia la sua marca ad un target di consumatori ben definito.


La progettazione del packaging coinvolge molte discipline, al fine di unire le varie componenti del marketing mix in un contesto più ampio (le “quattro P” e le “quattro C“).
Le “quattro P“
Il marketing mix è l’insieme delle attività che portano alla vendita del prodotto:

  • PRODUCT (prodotto) è la combinazione di caratteristiche materiali ed elementi funzionali che soddisferanno le esigenze del cliente;
  • PRICE (prezzo) stabilisce quanto il consumatore dovrà pagare per acquistare il prodotto;
  • PROMOTION (promozione) è il tentativo di far conoscere un prodotto attraverso attività, quali la pubblicità e le vendite promozionali;
  • PLACE (punto vendita) è il luogo in cui il prodotto verrà presentato al cliente.
  • Alcuni operatori di marketing parlano anche di una quinta “P”: PACKAGING, esso sintetizza le quattro componenti precedenti e cerca di conciliare le esigenze legate alle caratteristiche del prodotto, alla sua strategia di prezzo, alle modalità di presentazione e al luogo di vendita.
    Le “quattro C”
    Alcuni professionisti del settore ritengono che le “quattro P” siano riduttive e che sia più appropriato sostituirle con le “quattro C” elaborate da Robert F. Lauterborn, fondatore della comunicazione di marketing integrata.
    Secondo questo schema, il punto vendita diventa CONVENIENCE (convenienza per il cliente), il prezzo COST (costo per il consumatore), la promozione COMMUNICATION (comunicazione al cliente) e il prodotto CUSTOMER NEEDS AND WANTS (bisogni e desideri del cliente). Tutto questo riflette una strategia di marketing più orientata al cliente e pienamente focalizzata sulle sue esigenze.

Fonti e sitografia:
Google immagini
https://paolareghenzi.it/principi-della-composizione/che-cose-il-packaging/
Package graphic design and innovation: A comparative study of Bordeaux and Barossa wine visual codes- Volume: 32 issue: 2, page(s): 46-70Article first published online: February 1, 2017; Issue published: June 1, 2017


Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: