Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Conseguenze sociali

From Pixabay-https://pixabay.com/it/scatola-aperto-in-alto-pacchetto-550405/

Dietro il progetto di un packaging all’avanguardia, lavorano numerosi esperti. Psicologi, ingegneri, pubblicitari. Molti dei quali dicono no alle confezioni monoporzione e all’usa e getta. Per rispetto del Pianeta.
Cosa cerca chi compra un prodotto
Mai come in questo periodo storico, con maggiori libertà e maggiori possibilità di scelta, le persone possono esprimere la loro personalità e il loro modo di vivere con la scelta del cibo. Un bravo pubblicitario lo sa e lavora per soddisfare questo bisogno. Quello di lasciare che il consumatore affermi se stesso attraverso le proprie scelte alimentari quotidiane.
La confezione di un biscotto dovrà comunicare che il prodotto è in linea con i valori di riferimento di un certo tipo di consumatore. Dovrà evidenziare la leggerezza e il ridotto contenuto di grassi per chi è attento alla linea oppure, se si rivolge a chi è sensibile alla causa animalista, dovrà garantire che le uova presenti nell’impasto siano biologiche e provenienti da galline allevate a terra.
Il packaging prodotto attualmente è solo un lontano parente dell’imballaggio nato in piena rivoluzione industriale utile alla conservazione e alla commercializzazione dei prodotti. Oggi un packaging ben realizzato è una meraviglia del design e della tecnica. Oltre ad informare i possibili acquirenti sulle caratteristiche dell’alimento che contiene, lo rende estremamente appetibile ed attraente esteticamente. Lo sanno bene a Londra dove, nella centralissima Notting Hill, al packaging hanno dedicato un intero museo: il Museo dei marchi, delle confezioni e della pubblicità.

È socialmente utile!
Il contenitore alimentare fa parte della storia dell’uomo, pensiamo alle anfore antiche che contenevano miele, uva e vino e che ne garantivano la conservazione. Oggi il packaging ha anche una valenza sociale perché aiuta i consumatori a mantenersi in salute . Oltre a far capire come conservare correttamente gli alimenti, evitando gli scarti, un buon packaging contribuisce all’educazione alimentare dei cittadini su problematiche quali obesità e le malattie cardiovascolari.
E soprattutto tutela l’ambiente
Infine, il packaging può aiutare considerevolmente l’ambiente, riducendo la quantità di materiali del confezionamento e favorendo l’introduzione di materiali riciclabili. Chi progetta gli imballaggi alimentari moderni, a basso impatto ambientale, evita le confezioni usa e getta e le monoporzioni, che sono comode ma poco ecologiche, e riduce i gadget al minimo con un obiettivo: diffondere l’idea che tutti siamo responsabili del Pianeta, dai produttori di packaging ai consumatori, fino agli smaltitori dei materiali.

Fonti e sitografia:
Packaging di ultima generazione. Quando il cibo si fa bello e buono per l’ambiente- Expo2015Magazines
Google immagini 

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: